Lega Nord, Umberto Bossi: “Ho firmato un accordo per l’Euroregione Padana Alpina”

Umberto Bossi (Getty Images)

 

 

LEGA NORD – Umberto Bossi quasi non riesce a rinunciare al ruolo da leader e, pur riconoscendo il primato di Roberto Maroni alla guida del Carroccio, prosegue il suo tour per la Padania, a Torre Boldone, in provincia di Bergamo, dove sono accorse qualche centinaio di persone. Al suo fianco anche il senatore ed ex ministro Roberto Calderoli. “Due settimane fa in Svizzera ho firmato un accordo tra Lombardia, Piemonte, Veneto, la Svizzera, la regione austriaca, la Francia del sud e la Slovenia – ammette il Senatur -, per la costituzione di una Euroregione Padana Alpina”. E spiega: “È una legge prevista dall’Europa quindi dall’Europa arriverà un sì, mentre l’Italia si metterà di traverso”. In merito all’Euroregione Padana Alpina, Bossi insinua alcuni drammatici scenari e spiega: “Feci il primo accordo con Haider, ma tre settimane dopo morì in un incidente stradale. Gli avevo detto di stare zitto. Eravamo a Venezia a fare quell’accordo, ma sapevo che c’era pericolo”.

L’ex capo leghista ritorna sullo scandalo generato dal segretario Belsito (ma non solo…) e confessa che le casse della Lega Nord non sono di certo prosciugate: “Abbiamo chiamato una società americana per controllare il bilancio, perchè la Lega non ha mai rubato un soldo” e “alla fine verrà dimostrato che la Lega che io ho lasciato era ricca. Maroni ha dato un milione di euro ai terremotati. Si è parlato di legami con la ‘ndrangheta, ma la mafia sceglie uomini migliori dei vecchi amministratori della Lega”.

Intanto Roberto Maroni parla in provincia di Lecco alla festa del partito e precisa che Silvio Berlusconi non ha nessun interesse ad operare contro gli interessi del Carroccio in tema di riforma elettorale, ma ammette che nonostante il voto comune con il Pdl in Senato sulle riforme costituzionali e la ripresa del dialogo, “tutte le prospettive attualmente sono aperte: votare a ottobre o votare a marzo, con questa legge elettorale o con una nuova, con nuove o con vecchie alleanze”, ma di certo “non si fanno alleanze con chi sostiene il governo Monti”.

 

L.C.

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan