Spending review: gravosi tagli alla sicurezza, caserme a rischio chiusura

Mario Monti (Getty Images)

 

 

SPENDING REVIEW – I tagli alla spesa sociale ordinati dal Governo Monti non risparmiano neppure il settore della sicurezza. In pratica gli organici di polizia e carabinieri andranno ridimensionati e per snellire il personale sarà bloccato il turn-over nei prossimi tre anni: per ogni cinque agenti che andranno in pensione potrà subentrarne solo uno, andando così a peggiorare la già grave mancanza di personale.

Il sindacato autonomo Sap denuncia che presto mancheranno 2.000 agenti a Roma, 1.000 a Milano, Napoli e Palermo, 500 a Torino e Bari, 300 a Bologna e Firenze. “Con questi numeri – commenta Nicola Tanzi, il segretario generale del Sap – non saremo più in grado di garantire gli stessi servizi di oggi. Anche se il governo non vuole ammetterlo, sarà inevitabile chiudere una serie di posti di polizia”.

Ora i sindacati affidano l’ultima speranza di recupero a settembre, grazie anche a ordini del giorno di Alfredo Mantovano (Pdl) e Emanuele Fiano (Pd) che invitano il governo ad evitare i tagli alla sicurezza.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI  diventa fan