Napolitano solidale con Laura Boldrini: “Minacce inammissibili”

Giorgio Napolitano con Laura Boldrini (ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha incontrato i Presidenti del Senato, Pietro Grasso, e della Camera, Laura Boldrini, esprimendo “la più viva e piena solidarietà, cui si è associato il Presidente Grasso” a quest’ultima “per la campagna di gravi e perfino turpi ingiurie e minacce condotta nei suoi confronti sulla rete. Si tratta di attacchi inammissibili, che non possono essere tollerati, ai principi della convivenza democratica e al rispetto dovuto alla dignità della persona”.

Secondo Napolitano, “è in atto una fase altamente impegnativa dell’attività parlamentare, che prevede l’esame di problemi e di provvedimenti di vitale importanza economica e sociale e nello stesso tempo lo sviluppo di un programma di riforme istituzionali, pienamente conformi agli indirizzi della prima parte della Costituzione e miranti a superare disfunzioni da lungo tempo analizzate dell’ordinamento della Repubblica”.

Per questo motivo, ha concluso Napolitano, “è essenziale che in questa fase la libera dialettica delle posizioni politiche si svolga nelle aule parlamentari in un clima di civile confronto e di scrupoloso rispetto dei regolamenti e delle funzioni di chi è chiamato a garantirne l’applicazione”.

Le parole del Capo dello Stato arrivano proprio nel giorno in cui il Movimento 5 Stelle, nel corso del dibattito sull’omofobia, ha chiesto le dimissioni del presidente della Camera, accusando di non essere imparziale.

Redazione online