Costa Concordia, revocata la patente marittima a Schettino

Il comandante Francesco Schettino (ALBERTO PIZZOLI/AFP/GettyImages)

Il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Maurizio Lupi, ha firmato il decreto che sospende la patente marittima a Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia al momento del naufragio della nave davanti all’isola del Giglio, avvenuto a gennaio 2012. Lo si apprende da fonti del ministero, che confermano le indiscrezioni del quotidiano “Metropolis”. Lo scorso gennaio, Schettino aveva espresso il proprio desiderio di tornare alla guida di una nave.

Secondo il quotidiano campano, Schettino “non potrà farlo da ufficiale almeno fino a quando non si concluderà il suo lungo procedimento penale”. Ieri “Il Secolo XIX” aveva riportato le testimonianze di alcuni amici di Schettino, che lo avevano definito affranto e abbattutto. In particolare, un sacerdote di Piano di Sorrento, don Antonino Soldatini, aveva invitato: “Lasciatelo stare; è una persona che sta soffrendo. Spero che riuscirà a conservare l’onore che merita, anche se dovrà poi accettare il giudizio finale della corte”.

Approvata intanto oggi la legge delega per la revisione del Codice della Nautica; soddisfatto Maurizio Lupi: “Dopo il Decreto del Fare, che aveva già fissato importanti misure per il rilancio del diporto nautico, abbiamo fortemente voluto questa legge delega per un ulteriore stimolo al settore. E’ significativo che ciò arrivi prima di un importante appuntamento, quello dei primi di ottobre, con il Salone nautico di Genova”.

Redazione online