Decadenza Berlusconi: udienza pubblica in Giunta il 4 ottobre

Silvio Berlusconi in Parlamento (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Dopo la bocciatura da parte della Giunta delle elezioni e immunità del Senato della relazione del senatore del Pdl Andrea Augello che chiedeva la convalida dell’elezione di Silvio Berlusconi, nonostante la sua condanna in via definitiva per frode fiscale nel processo Mediaset, si è aperta formalmente la procedura per dichiarare la decadenza da senatore di Berlusconi.

Oggi, il presidente della Giunta e nuovo relatore sul caso, Dario Stefàno (Sel), ha incontrato il presidente del Senato Pietro Grasso per fissare le tappe della procedura. I due senatori hanno fissato al 4 ottobre la data dell’udienza pubblica nella quale Berlusconi, o per lui i suoi avvocati, potrà essere ascoltato per difendersi e far valere le sue ragioni nel procedimento di contestazione della sua elezione davanti alla Giunta- L’udienza si terrà nella sala Koch di Palazzo Madama. Stefàno ha spiegato così la scelta della data: “L’indicazione del 4 ottobre arrivata da Grasso dipende dal fatto che quel giorno non sono previsti lavori d’Aula”. “Si dovranno affrontare problemi di natura tecnico-logistica – ha continuato -, per la quale il Senato sta mettendo in piedi una task force. La Sala infatti dovrà essere allestita per ospitare le parti che dovranno confrontarsi'”.

All’udienza pubblica dovrà essere ascoltato, oltre a Silvio Berlusconi, anche Ulisse Di Giacomo, il primo dei senatori non eletti nella regione Molise e che ha presentato ricorso contro la sua mancata elezione.

Redazione