Imprenditore tenta rapina e minaccia suicidio dopo perdita al videopoker

Auto dei Carabinieri (Getty Images)

Una tragedia famigliare ma anche esistenziale che vede protagonista un imprenditore edile vittima del videopoker e che per evitare la bancarotta ha tentato di rapinare un bar.

Una vicenda che si è consumata nel comune di Novellara nel Reggiano, dove il 56enne imprenditore, esasperato dalla perdita di un’ennesima somma, di circa 500 euro, ha indossato una maschera di Mandrake e con un coltello alla mano si è recato in un bar per tentare una rapina.
Ma stando a quanto riportano i media, il tentativo è fallito e l’uomo è fuggito.

Al suo rientro a casa, l’imprenditore ha scritto una lettera ai famigliari spiegando le sue debolezze e manifestando degli intenti suicidi.
Tuttavia, i carabinieri che hanno rintracciato l’imprenditore, dopo una trattativa, sono riusciti a convincerlo a consegnarsi. L’uomo ha anche evidenziato il desiderio di curarsi dal vizio del gioco.

Redazione