Mar Mediterraneo. Altra tragedia della migrazione: 13 morti vicino Sampieri

Barcone carico di migranti (Getty Images)

E’ finito in tragedia il viaggio in mare di tredici migranti in fuga verso le coste della Sicilia. Nelle ore tra la notte e la mattinata di oggi un gruppo costituito da oltre 200 migranti di presunta origine eritrea ha lasciato un gommone alla deriva al largo del comune di Sampieri. Nel tentativo di giungere a nuoto a toccare le rive della località sicula, alcune tra le settanta persone hanno perso la vita tra le acque del Mar Mediterraneo morendo affogati.

Il numero dei decessi è stato confermato, al momento, dal ritrovamento di tredici cadaveri, ma secondo i testimoni e gli attori dello sbarco interrogati dalle autorità italiane, mancherebbe all’appello un’altra persona. A terra, dopo una fuga che gli approdati hanno effettuato non appena toccata terra italiana, la polizia è riuscita a rintracciare un totale di 70 migranti. Stando però alle parole dei superstiti, a bordo dell’imbarcazione alla deriva erano collocate circa 250 persone, tra donne uomini e bambini.

Redazione online