Il Papa all’Angelus: “Sostenete i cardinali e assisteteli con la preghiera”

Papa Francesco saluta la folla dalla finestra dell'appartamento pontificio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Papa Francesco saluta la folla dalla finestra dell’appartamento pontificio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Anche nel corso del tradizionale Angelus, Papa Francesco ha voluto mettere al centro dell’attenzione dei fedeli la nomina di 19 nuovi cardinali, invitando i presenti “anche a sostenere questi Pastori e ad assisterli con la preghiera, affinché guidino sempre con zelo il popolo che è stato loro affidato, mostrando a tutti la tenerezza e l’amore del Signore”.

“Il Concistoro di ieri e l’odierna Celebrazione eucaristica ci hanno offerto un’occasione preziosa per sperimentare la cattolicità, l’universalità, della Chiesa, ben rappresentata dalla variegata provenienza dei membri del Collegio Cardinalizio, raccolti in stretta comunione attorno al Successore di Pietro”, ha aggiunto Papa Francesco. Il Pontefice ha anche citato il passaggio della prima lettera di San Paolo ai Corinzi, in cui l’apostolo spiega che “la comunità non appartiene agli apostoli, ma sono loro, gli apostoli, ad appartenere alla comunità; però la comunità, tutta intera, appartiene a Cristo”.

“Coloro che hanno ricevuto un ministero di guida, di predicazione, di amministrare i Sacramenti, non devono ritenersi proprietari di poteri speciali, padroni, ma porsi al servizio della comunità, aiutandola a percorrere con gioia il cammino della santità”, ha detto ancora il Papa, che ha poi salutato “tutti i pellegrini presenti, in particolare quelli venuti in occasione del Concistoro, per accompagnare i nuovi Cardinali; e ringrazio molto i Paesi che hanno voluto essere presenti a questo evento con Delegazioni ufficiali”.

Redazione online