Inter, Thohir: “Mi piace De Boer, ma ho fiducia in Mazzarri”

Moratti-Thohir (getty images)
Moratti-Thohir (getty images)

 

Erick Thohir, proprietario dell’Inter, ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di Sportmediaset nella quale sono stati toccati diversi argomenti.
Si è partiti parlando del calcio italiano: “Penso che sia molto importante per la Serie A essere competitiva con gli altri campionati del mondo, perché se una volta si paragonava la Serie A alla Premier League, la Serie A era in vantaggio. Se ora si guarda alla passione della gente nel mondo, io considero l’Asia, in molti non la seguono più. Guardano la Premier, la Liga e la Bundesliga. E’ importante per la Serie A ritrovare popolarità“.
Sul futuro in società per Javier Zanetti si è così espresso: “Ne possiamo parlare, ci sono molte possibilità nell’Inter di adesso. Abbiamo una strategia globale. Potrebbe avere un ruolo, ma è troppo presto per dire quale perché non l’ho ancora incontrato“.
La spiegazione di Thohir sul mancato scambio Guarin-Vucinic a gennaio: “Credo molto nel mio managament quando dobbiamo prendere una decisione importante. Abbiamo studiato a fondo questa operazione e abbiamo capito che dal punto di vista economico non era vantaggioso per noi. Adesso con Guarin ed Hernanes abbiamo uno dei centrocampo più forti”.
Si è parlato poi di Frank De Boer: “Ammiro il suo lavoro all’Ajax, è un allenatore che mi piace ma questo non significa che vorrei portarlo qui. E’ un bravo allenatore, ma non so se è adatto all’Inter. Sono contento di Mazzarri, un tecnico con cui parlo e mi confronto molto. E’ è uno dei migliori coach che ci siano, adesso è importante supportarlo e dargli la massima fiducia. Progetti a lungo termine con lui? Un passo alla volta…“.
Infine il magnate indonesiano ha rivelato il nome del calciatore che sogna: “Mi piace Lionel Messi. Ma non basta un giocatore per fare una squadra“.

Matteo Bellan