Grillo e le 26 medaglie ai parlamentari sanzionati dalla Presidenza della Camera

L'Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
L’Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Mentre si sta stemperando lentamente la bufera dei Parlamentari dimissionari a seguito dell’espuslione di 4 senatori decisa dalla rete e dall’assemblea del Movimento Cinque Stelle, il leader Beppe Grillo pentastellato all’indomani delle sanzioni stabilite a carico dei 26 parlamentari del Movimento per i disordini avvenuti durante la discussione e la successiva votazione del Decreto Bakitalia, pubblica un post sul suo blog intitolato “26 M5S sospesi dalla Boldrini, 26 medaglie”.

Nel suo messaggio, Grillo scrive ironicamente che “arrivano le sanzioni per le proteste in aula in seguito al Decreto Bankitalia quando il governo precedente elargì 7,5 miliardi di soldi pubblici alle banche private” rimarcando appunto il motivo per cui il M5S fece ostruzionismo e come in quella circostanza la presidente della Camera Laura Boldrini applicò per “la prima volta nella storia l’ormai famosa ghigliottina tagliando gli interventi in aula e approvando il decreto senza altre discussioni”.
E proprio oggi, si apprende tra l’altro che sul Decreto Bankitalia, la Commissione Ue ha chiesto chiarimenti per verificare se con la rivalutazione miliardaria del capitale sociale della Banca non siano contenuti “aiuti di Stato ad alcune banche”.

Grillo in merito alla vicenda ricorda come “il M5S protestò rumorosamente, la deputata Lupo si beccò un ceffone in faccia ad opera dell’illustre statista questore Dambruoso” sottolineando come la sentenza della Presidenza punisce in parte solo il M5S cone “ben 26 i deputati espulsi dai lavori di aula fino a 25 giorni, inclusa Loretta Lupo” laddove “Dambruoso prende 15 giorni di sospensione”.

“Un cittadino che picchia una donna fuori dal Parlamento, invece, finisce in gattabuia” scrive Grillo affermando che “Dambruoso resta al suo posto di questore a sovrintendere all’ordine dell’aula! Privilegi da Casta”.

In conclusione Grillo pubblica la lista dei parlamentari 5 Stelle conferendo loro una medaglia simbolica e sottolineando che anche se non lavorare in aula fino quasi alla fine di aprile, i parlamentari scenderanno nelle piazze per incontrari i cittadini.

Medaglia per: Dino Ferdinando Alberti, Laura Castelli, Diego De Lorenzis, Ivan Della Valle, Alessandro Di Battista, Vittorio Ferraresi, Matteo Mantero, Giorgio Sorial, Simone Valente, Massimo De Rosa, Silvia Benedetti, Massimo Artini, Massimo Baroni, Sergio Battelli, Paola Carinelli, Andrea Cecconi, Claudio Cominardi, Davide Crippa, Luigi Gallo, Mirella Liuzzi, Loredana Lupo, Paolo Parentela, Daniele Pesco, Paolo Nicolò Romano, Stefano Vignaroli e Alessio Villarosa.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Caos alla Camera, provvedimenti duri per deputati 5 Stelle e Stefano D’Ambruoso