Uganda, legge anti-gay: Banca mondiale blocca finanziamento di 90 milioni di dollari

Il presidente ugandese Yoweri Museveni mentre firma la legge anti-gay (Getty images)
Il presidente ugandese Yoweri Museveni mentre firma la legge anti-gay (Getty images)

Dopo la ratifica della Legge antigay firmata lo scorso 23 febbraio dal presidente ugandese Yoweri Museveni e le successive condanne sul piano internazionale, tra cui quelle degli Stati Uniti e dell’Onu, sono arrivate le prime ripercussioni.
Infatti, si apprende dall’Ansa, che dopo le sanzioni assunte da Danimarca, Paesi Bassi e Norvegia che hanno sospeso i loro programmi di aiuto all’Uganda anche la Banca Mondiale ha sospeso un prestito di 90 milioni di dollari destinato a rafforzare il sistema di assistenza sanitaria del paese.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Uganda: dalla black list al diritto dalle cure mediche per i gay