Australia: effetto serra provoca aumento temperature e prolungamento stagioni degli incendi boschivi

Incendi sulle Blue Mountains, Nuovo Galles del Sud, Australia (WILLIAM WEST/AFP/Getty Images)
Incendi sulle Blue Mountains, Nuovo Galles del Sud, Australia (WILLIAM WEST/AFP/Getty Images)

Gli effetti dei cambiamenti climatici e dell’effetto serra hanno delle gravi ripercussioni non solo sullo scioglimento dei ghiacciai.

Infatti, dall’Australia una ricerca condotta dall’Organizzazione di ricerca scientifica e industriale del Commonwealth (Csiro) e dall’Ufficio della Meteorologia ha evidenziato che i gas ad effetto serra provocheranno un rialzo delle temperature e un conseguente prolungamento delle stagioni di caldo estremo e degli incendi boschivi.

Infatti, recentement l’Australia è stata colpita da una serie di vasti incendi nelle Blue Mountains, che hanno minacciato l’area metropolitana della città di Sydney e il 2013 è stato l’anno più caldo in Australia dall’inizio delle statistiche meteo (1910).

Secondo lo studio, la temperatura media in Australia è aumentata di circa un grado rispetto alla media registrata un secolo fa. Dal 1998 ad oggi si sono registrati sette dei dieci anni più caldi e secondo il rapporto, negli ultimi quindici anni, soono aumentati i mesi estremamente caldi.
Ma non solo:la direttrice della Csiro (principale organismo di ricerca scientifica in Australia) ha affermato che il riscaldamento climatico interessa tutti gli Stati, in ogni stagione.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Australia: ondata di incendi nel sud est del paese
Australia: più di 60 incendi nel Nuovo Galles del Sud