Crisi ucraina, Scaroni Eni: nessun rischio sul gas

L'amministratore delegato dell'Eni Paolo Scaroni (Foto: GEORGES GOBET/AFP/Getty Images)
L’amministratore delegato dell’Eni Paolo Scaroni (Foto: GEORGES GOBET/AFP/Getty Images)

La turbolenta situazione in Ucraina suscita preoccupazioni sulle forniture di gas per l’Italia. Stando a quanto afferma l’amministratore delegato dell’Eni Paolo Scaroni, però, non ci sarebbero rischi per il nostro Paese. Almeno al momento. E’ quanto Scaroni ha dichiarato in un’intervista al quotidiano “La Stampa”, aggiungendo che per il futuro sia l’Italia che l’Europa dovrebbero ripensare la loro politica energetica.

“L’Europa deve prendere atto che un continente dove l’energia costa il triplo che negli Usa ha un futuro difficile“, ha ammonito l’ad di Eni, aggiungendo che si dovrebbe “puntare su shale gas e anche su nucleare”.

Redazione