Femminicidio Fabiana Luzzi: condannato a 22 anni Davide Marrone

Esposizione contro il femminicidio (getty images)
Esposizione contro il femminicidio (getty images)

E’ stato condannato a 22 anni di reclusione Davide Marrone, autore di uno dei femminicidi che nel 2013 alimentarono l’intenso dibattito sul tragico fenomeno della violenza di genere in Italia, quello della sedicenne Fabiana Luzzi. A pronunciarsi sul caso è stato il tribunale per minori di Catanzaro, il quale ha considerato Marrone colpevole di omicidio riconoscendogli la sola attenuante relativa all’età e, dopo circa tre ore di riunione in camera di consiglio, ha applicato le richieste di pena presentate dalla pm Rita Tartaglia.

La famiglia di Fabiana Luzzi ha commentato l’esito del processo per voce del padre della giovane vittima bruciata viva dal fidanzato minorenne.  Il genitore ha detto: “Come genitore avrei voluto che l’assassino di mia figlia fosse condannato all’ergastolo”.

 

Redazione online