Licenziato, uccide a colpi di pistola due colleghi

Pistola (Scott Olson/Getty Images)
Pistola (Scott Olson/Getty Images)

Dramma della disperazione questa mattina nel palermitano, dove Francesco La Russa, 49 anni, ha ucciso due persone, sparando diversi colpi d’arma da fuoco, all’interno della Cava Giardinello Buttitta, nel territorio di Trabia, in provincia di Palermo. La cava, sequestrata alla mafia, è in amministrazione giudiziaria. Le due vittime sono il capo cantiere, Gianluca Grimaldi, 39 anni di Palermo e il direttore responsabile della cava, Giovanni Sorce, 59 anni di Bagheria.

In base a quanto si apprende, l’assassino era stato licenziato ed era in gravi difficoltà economiche, per cui si ritiene possa essere questo il movente del duplice omicidio. La segnalazione di alcuni spari che provenivano dalla cava è giunta al 113, intervenuto poi sul posto con alcune pattuglie. La Russa, sposato e padre di tre figli, era stato licenziato un paio di settimane fa e oggi era tornato alla cava. Prima degli spari, ci sarebbe stato un furioso diverbio. Dopo aver ucciso i due ex colleghi, l’uomo si è dato alla fuga, per poi essere rintracciato da una pattuglia della Polizia di Termini Imerese che lo ha arrestato.

 

GM