Napoli: baby gang aggredisce vigili con la complicità dei passanti

Polizia Municipale baby Gang
Polizia Municipale (Websource)

Era solo un rimprovero per aver oltrepassato una zona a traffico limitato. Ma il gruppo di giovani colti in fallo dai vigilo urbani non hanno gradito il semplice richiamo e hanno risposto con violenza inaudita, spalleggiati a coadiuvati dai passanti che evidentemente hanno un concetto molto personale della legalità e della tutela dell’ordine pubblico.

Il fattaccio è avvenuto in pieno centro a Giugliano, un Comune alle porte di Napoli. Dopo il rimprovero dei vigili sono subito iniziati i pesanti insulti e poi i 4 giovani, una vera e propria baby gang, sono passati alle vie di fatto aggredendo e picchiando gli agenti che sono poi finiti in ospedale per accertamenti. Il sindaco di Giugliano Antonio Poziello ha definito il fatto “gravissimo” e ha subito convocato una riunione d’emergenza in Comune per prendere i primi provvedimenti in merito. Il primo cittadino ha detto: “I nipotini di Gomorra non vinceranno” ricordando poi che “a Giugliano lo Stato non arretra”. Parole forti e coraggiose accompagnate anche dallo sdegno per il supporto che gli aggressori hanno ricevuto dai molti passanti presenti, le cosiddette “persone per bene che dai filmati ho visto spintonare, trattenere, aggredire verbalmente i vigili urbani che stavano procedendo agli arresti. Persone che “per bene” non sono per niente. E che debbono cominciare ad avere maggiore rispetto e considerazione per le regole del vivere civile e per le divise. Anche e soprattutto quelle della Polizia Locale, che ogni giorno sono in strada per la loro tranquillità e quella dei loro figli”.

F.B.

Leggi anche:

Roma, bullismo: fermata baby gang tra i 13 e 16 anni

Follia sulla tratta Napoli- Caserta: controllore picchiato e treno devastato

Agguato in strada: sequestrano ambulanza per soccorrere ferito