Affronta un alligatore per salvare il suo cane

David Quaterman
David Quaterman e, a destra, la sua Sheba (dal web)

Colpisce negli occhi l’alligatore che stava attaccando il suo cane e salva l’amico a quattro zampe. E’ successo lunedì mattina a Salt Creek Landing. Come ogni giorno, il signor David Quarterman era uscito alle 5 del mattino per portare a spasso i suoi tre labrador ma, al momento di richiamare gli animali per portarli a casa, si è accorto che uno di loro era stato assalito da un alligatore. Immediata la reazione del moderno e un po’ incoscente ‘Mr Crocodile Dundee’ . “Mi sono immerso in acqua fino alla cintola – ha ricordato Quarterman – e ho visto l’alligatore con il mio cane in bocca. Gli ho sferrato un pugno in un occhio più forte che potevo e lui ha lasciato la mia Sheba “. L’animale ha riportato ferite allo stomaco e all’orecchio ma se la caverà. Dopo l’accaduto la famiglia Quaterman ha segnalato al ‘Georgia Department of Natural Resources’  la pericolosa presenza dell’alligatore nelle acque della zona; le autorità hanno convocato il trapper Jack Douglas per catturare l’animale e trasferirlo poi in una zona sicura ma i primi tentativi sono andati a vuoto. Will Ricks, un biologo del Dipartimento della Georgia, ha detto che ogni anno arrivano circa 10 rapporti su alligatori che si avventurano nelle acqua salate dell’area –   preferendole al loro habitat naturale nell’acqua dolce – probabilmente attirati dal cibo che alcune persone lasciano inspiegabilmente per loro. “E’ una cosa assolutamente sbagliata – ha spiegato Ricks – in questo modo i rettili si abitueranno e torneranno alla ricerca di cibo” Il biologo consiglia a chi vede un alligatore nel suo ambiente naturale di allontanarsi, evitando di nutrirlo e infastidirlo. Per una cosa del genere, visto l’accaduto, a Salt Creek Landing ci sarebbe bisogno di un cartello  ‘Non date da mangiare agli alligatori’?

L. B.

L. B.