Renzi annuncia: “500 euro per la formazione dei prof”

Matteo Renzi (GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)
Matteo Renzi (GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

“Firmato il decreto sulla Carta Elettronica dei docenti. 500 euro per la loro formazione”, questo l’annuncio su Twitter del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che conferma quanto aveva detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, che aveva anticipato un po’ a sorpresa ospite di Radio Rai Uno: “Daremo il contributo di 500 euro netti per l’autoformazione dei docenti, previsto dalla legge sulla buona scuola, in busta paga già a ottobre”.

La Carta Elettronica sarà un bonus erogato a tutti i docenti assunti a tempo indeterminato (sia a tempo pieno che part-time), anche i neoassunti e coloro che nella fase C saranno assunti a novembre. In tutto il provvedimento riguarda 700mila docenti. Ai sensi del comma 121 della legge 107, meglio nota come “Buona Scuola”, il bonus servirà tra l’altro all’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale, a quello di hardware e software, all’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca e altro.

“La Carta rappresenta un altro impegno mantenuto. Con la Buona Scuola la professione insegnante torna finalmente ad essere valorizzata” – ha spiegato il ministro Giannini – “Dopo anni di mancate decisioni, stiamo investendo risorse importanti e durature nel tempo: oltre ai fondi per la Carta, che ammontano complessivamente a 381 milioni all’anno, sono previsti 40 milioni, sempre all’anno, per la formazione in servizio e 200 milioni all’anno per la valorizzazione del merito. Si tratta di evidenti segnali di attenzione concreta da parte del Governo nei confronti dei docenti”.

GM