In manette la “gang del Parmigiano”

Forme di Parmigiano Reggiano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Forme di Parmigiano Reggiano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Sono 11 le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale di Modena a carico di altrettanti soggetti, diversi dei quali originari del foggiano, accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato in concorso tra loro. Si tratta dei componenti di quella che è stata ribattezzata la “gang del Parmigiano”, responsabile dei furti di oltre duemila forme di Parmigiano Reggiano in stabilimenti e depositi di stoccaggio.

Gli arrestati sono accusati anche del furto di 15mila kg di crostacei e pesce surgelato, per un valore complessivo di 785mila euro, avvenuti tra novembre 2013 e gennaio 2015. L’operazione delle scorse ore ha interessato le Squadre Mobili di Modena, Foggia e Cremona. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Modena hanno permesso di risalire la banda che, nei mesi scorsi, ha programmato ed eseguito in maniera capillare decine di furti, avvalendosi di auto e camion, attrezzi atti allo scasso, ricetrasmittenti, apparati elettronici destinati a disattivare sistemi di allarme, schede telefoniche dedicate ad intestazione fittizia, nonché di armi da fuoco.

GM