Roma, atti osceni davanti alla scuola: arrestato un rumeno

Atti Osceni Scuola
(Andreas Rentz/Getty Images)

Siamo ad Ostia e l’uomo è stato sorpreso mentre parcheggiato fuori da una scuola era intento a masturbarsi. L’istituto è il Liceo Classico Anco Marzio e il fatto è avvenuto durante l’orario d’ingresso degli studenti. Qualcuno si è accorto di questa presenza sospetta proprio davanti alla scuola e ha avvertito i vigili. Gli agenti della polizia locale sono così intervenuti prontamente e hanno arrestato l’uomo del quale sono state rese note soltanto le iniziali M.R. e la nazionalità rumena. Per vederci più chiaro gli agenti hanno anche compiuto perquisizioni sia sull’auto del maniaco sia nella sua abitazione. In entrambi i casi è stato trovato svariato materiale pornografico, in particolare dvd e raccolte fotografiche. Inoltre dopo i primi accertamenti è risultato che l’uomo era già noto alle forze dell’ordine sempre per lo stesso tipo di reati e che le segnalazioni e le denunce a suo carico erano già numerose.

Questo dettaglio apre una discussione su un tema ricorrente. Perché a persone che hanno già commesso reati di un certo tipo viene ancora permesso di poter reiterare il loro crimine e continuare (molto spesso impunemente) a fare i propri comodi? Questa persona ha evidentemente dei problemi e vista l’ingente quantità di materiale ritrovato ha senza dubbio un’ossessione per il porno e per il sesso che non riesce a tenere chiusa nelle quattro mura di casa sua, ma che lo porta addirittura a fare quello che ha fatto davanti ad una scuola. Vogliamo davvero aspettare che il suo problema lo porti a compiere atti più gravi di quello che ha fatto finora?

F.B.

Leggi anche:

Atti osceni ai giardinetti: cinquanta denunce a Trieste

Roma, mamma e figlio rom si denudano davanti alla gente. Denunciati per atti osceni