Guardia fa evadere lo stupratore di una 15enne e fugge con lui

Angela Magdici e Hassan Kiko (Websource)

Angela Magdici, 32 anni guardia carcere svizzero di Limmattal, nel Canton Ticino avrebbe aiutato per amore un galeotto a fuggire dal carcere svizzero. La giovane donna si sarebbe innamorata di Hassan Kiko, 27enne siriano rinchiuso in cella per aver stuprato una ragazzina di 15 anni. La loro fuga è stata scoperta solo molte ore dopo, quando ormai la coppia era già lontana. Secondo il Mail Online che ha intervistato il marito della Magdici i due sarebbero in fuga probabilmente diretti in Italia a bordo di una BMW X 1 nera, targata ZH 528 411. L’uomo sostiene che quell’auto sia di proprietà sua e della moglie. Il signor Magdici ha raccontato al tabloid inglese di aver notato un cambiamento nel comportamento della moglie negli ultimi cinque mesi e di aver scoperto un suo avvicinamento all’Islam. Hassan Kiko era arrivato in Svizzera nel 2010 come richiedente asilo. Dopo aver trovato lavoro come parrucchiere, nel 2014 fu arrestato per il brutale stupro di una 15enne: l’ultimo di una serie di reati sessuali per i quali negli anni era stato accusato. In prigione avrebbe conosciuto Angela Magdici e lì si sarebbero innamorati La donna ha lasciato il marito tre mesi fa trasferendosi a casa di una sua amica. Ora l’uomo teme che i due possano avere l’intenzione di raggiungere la Siria attraverso l’Italia. Le altre guardie sembra non avessero idea della relazione: “Come sorveglianti, dobbiamo mantenere un distacco professionale ma a volte è necessario entrare in confidenza con i carcerati”, ha dichiarato della prigione, Roland Zurkirchen, “ma i sorveglianti dovrebbero tenere una distanza adeguata, che in questo caso però non c’è stata”.

ADB