“Ma quali debiti? Pensate a quante persone ho dato lavoro”

Gigi D’Alessio (Giuseppe Cacace/Getty Images)

In attesa di esibirsi sul palco di Civitanova Marche, Gigi D’Alessio è tornato sulle polemiche riguardanti i suoi debiti, dopo che negli ultimi mesi il nome del cantante napoletano è salito alla ribalta sui giornali di gossip più per queste vicende che per la sua musica. L’artista ha scritto una lettera aperta al ‘Corriere della Sera’, in cui evidenzia: “L’ingiusto sciacallaggio mediatico che sto subendo è dovuto al fatto di essere stato accompagnato in investimenti sbagliati e a mutui contratti con istituto di credito. Vorrei ricordare che i mutui vengono erogati solo se c’è l’acquisto di un bene, con lo stesso a garanzia del dovuto. Ma non per questo chiunque lo faccia viene crocefisso come accaduto a me”.

A proposito del “buco” finanziario stimato da alcuni in circa 25 milioni di euro, Gigi D’Alessio spiega che questo sarebbe “di gran lunga inferiore a quanto riportato, e sottolineo di essermi assunto l’onere di voler assolvere a tali responsabilità”. Poi prosegue: “A quelli che mi attaccano deridendomi, vorrei ricordare che il lavoro è creato dall’impresa, ed io pur esponendomi ai rischi che ciò comporta, ho comunque creato lavoro per tante persone nell’indotto delle mie attività”. La lettera, pubblicata su Facebook, è stata ricondivisa dai suoi fans e l’hashtag #iostocongigi è stato tra i più utilizzati sul web nelle ultime ore.

La lettera integrale

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM