“Sesso con il cavallo? Voglio 70 milioni di euro”

(Websource/archivio)

Se su Google si cerca “Cicciolina” nella sezione video uno dei primi risultati che esce è quello di un filmato porno in cui ci dovrebbe essere la pornostar alle prese con un cavallo. Cicciolina non ne può più, da tempo dice di non essere lei in quel video e così ora ha deciso di fare causa al famoso motore di ricerca. L’attrice ed ex parlamentare ha chiesto la rimozione dei link che portano al filmato e un risarcimento record di 70 milioni di euro. L’ex star del porno ha affidato il caso al suo avvocato Luca DiCarloche spiega come nei 70 milioni di euro siano compresi il risarcimento per i danni di immagine e quello delle spese legali, che ammonterebbe a circa 9 milioni di euro. “Nel motore di ricerca di internet l’associazione di ‘Cicciolina’ con  il ‘cavallo’ ha determinato gravissimi pregiudizi trattandosi di un suggerimento di ricerca del tutto infondato contrario al vero diffamatorio e lesivo della reputazione personale e professionale, ragion per la quale diffida Google Inc., in persona del legale rappresentante pro-tempore, a rimuovere tale associazione ed a risarcire i danni patrimoniali e non patrimoniali nella somma di 70 milioni di dollari in favore di Ilona Staller” ha commentato l’avvocato Di Carlo. La pornostar ci tiene a specificare che nel film Cicciolina Number One, realizzato da Schicchi negli anni ’80, c’è una scena di sesso con un cavallo, ma non è stata lei a girarla nonostante fosse la protagonista della pellicola. “È un’altra ragazza che si vede arrivare dal boschetto… anche perché la zoofilia è un genere che non  mi è mai piaciuto. È vero che nei miei spettacoli c’era il serpente e l’arca di Noé ma sesso con animali mai”.

F.B.