“Adottate mio figlio”. L’ultimo sogno di un papà modello…

(Websource / Daily Mail)

Ha fatto di tutto per trovare una famiglia adottiva al suo piccolo Logan: una “causa” per la quale aveva deciso di spendere i suoi ultimi mesi di vita. Purtroppo, il cancro che lo stava divorando non gli ha lasciato scampo, ma almeno se ne è potuto andare con questa consolazione. Nick Rose, 40 anni di Paignton, nel Devon (Inghilterra), e papà single di un bimbo di 4, ha combattuto con le unghie e con i denti contro un cancro particolarmente aggressivo, estesosi nel giro di pochi mesi dalle ossa ai polmoni. Sfortunatamente, lo scorso martedì ha perso la sua battaglia.

Nonostante gli atroci dolori che ha patito nella fase terminale della sua malattia, Nick ha concentrato tutte le sue energie su quella che era la sua priorità: trovare una famiglia che si prendesse cura del piccolo Logan. La madre, infatti, se n’è andata anni fa, come hanno raccontato molti suoi amici al Daily Mail. Nove mesi fa, quando aveva scoperto di essere malato di cancro, il suo primo pensiero era andato proprio a Logan. Uno degli amici più stretti di Nick, Aaron Crompton, 24 anni, gli ha dato un grosso aiuto in questo senso: “Logan veniva per lui prima di tutto – dice il ragazzo – . Su tutto il resto ci si poteva scherzare… persino sul cancro. Sapeste che persona brava che era. Già aveva avuto un cancro ed era stato operato alla lingua”. “Nick si era trasferito qui da poco – aggiunge – ma tutti gli volevano bene. Lo conoscevo solo da 18 mesi… Gli ultimi tempi è stato malissimo. Un’agonia terribile. Ma Logan era la sua vita”. E non a caso, quando la situazione si è aggravata, Nick aveva deciso di affidarlo proprio a lui.

Forte fino all’ultimo

La sorella di Crompton, Amy, 24 anni, ha lanciato una campagna di raccolta fondi online su JustGiving. I soldi raccolti serviranno a dare a Nick l'”affettuoso addio” che merita, perché era “una persona e un padre stupendo” (per le spese del funerale servono circa 3.500 sterline, cioè 4.000 euro). Ma anche a comprare le nuove uniformi scolastiche per Logan, che ora vivrà con un’altra famiglia e andrà in una nuova scuola. Il bambino è stato infatti affidato a una coppia di Torquay, sempre nel Devon. “Nick – ricorda Amy – ha cercato fino all’ultimo di essere forte per suo figlio, e molto coraggiosamente si è messo in cerca di una famiglia che se ne prendesse cura dopo la sua morte. Mio fratello lo ha aiutato a badare a Logan… è stato molto bello da parte sua regalargli un Natale perfetto”. “Chi conosceva Nick – conclude la ragazza – non può che parlarne bene. Ci mancherà”.

EDS