Tutto all’aria aperta, l’asilo nido meno tecnologico ma più innovativo che esista

asilo nido
Un bambino si rotola nel fango all’asilo

L’asilo nido meno tecnologico ma più innovativo che esista, ha ricevuto una valutazione eccezionale da parte delle autorità. L’asilo è collocato nel bel mezzo di una foresta e non ha acqua o elettricità, perseguendo un approccio alla natura educativo. L’asilo di Dorset ritiene infatti che il miglior modo per imparare sia attraverso la natura. Bambini dai 2 anni in su stanno tutto il giorno all’aria aperta, arrampicandosi sugli alberi, rotolandosi nel fango, raccogliendo la legna, tagliando le verdure e cucinando il pranzo su un fuoco. Il gruppo spende tutta la giornata all’aria aperta, il motto dell’asilo è infatti: “Non esiste il maltempo, esistono solo i vestiti sbagliati”. Se dovesse esserci una tempesta veramente pericolosa per la sicurezza dei bambini, si rifugiano tutti nella sala comunale del villaggio più vicino.

La proprietaria Kristen Freer ha aperto l’asilo nel 2007 ma è diventato completamente all’aria aperta solamente nel 2011. Ha 5 altri membri dello staff e prende un massimo di 12 bambini al giorno. Una giornata tipo prevede cantare canzoni intorno al fuoco, costruire capanne, sguazzare nelle pozzanghere e aiutare a tagliare le verdure per il pranzo. Per studiare la matematica spesso utilizzano legnetti raccolti nel bosco, utili per fare i conti o semplici frazioni. Fanno inoltre opere d’arte con le foglie o altri oggetti reperibili in natura e imparano a leggere guardando le lettere sui cartelli. Se piove i bambini dovranno indossare stivali di gomma, cappello e vestiti impermeabili ma passeranno comunque tutta la giornata all’aria aperta. In questo originale asilo i bambini imparano inoltre a coltivare odori e verdure, a cucire e a fare il pane.

Una recente ispezione dell’Ofsted, un’organizzazione indipendente alle dirette dipendenze del Parlamento inglese, è andata meravigliosamente, notando che i bambini erano completamente immersi nell’apprendimento, interagendo con l’ambiente naturale. La proprietaria ha dichiarato: “Crediamo che più i bambini siano a contatto con la natura, più saranno felici e più impareranno”. “Sono cresciuta andando in vacanza in campeggio, con passeggiate e picnic ma mi sono resa conto che moltissimi bambini non avevano vissuto queste meravigliose esperienze”, continua Freer, “molti bambini crescono ormai tra quattro mura, circondati dalla tecnologia moderna. La nostra speranza è che quando cresceranno, non si annoieranno facilmente e apprezzeranno tutto ciò che li circonda”.

L’idea arriva dalla Scandinavia, in cui asili del genere sono molto comuni. Il costo è di 40 euro circa per una giornata intera. “I bambini sono altamente motivati dalla vasta gamma di stimolanti attività proposte dallo staff”, ha dichiarato un membro dell’Ofsted. E continua: “I bambini si immergono nell’apprendimento esplorando, investigando e interagendo con l’ambiente esterno”. L’Ofsted ha definito la qualità dell’insegnamento come “ispiratore” e ha dichiarato che lo staff ha “un’eccezionale conoscenza su come coinvolgere i bambini nelle attività di apprendimento” con standard di sicurezza altissimi.

Lavinia C.

Tutte le News di Oggi – VIDEO