Assalto agli Champs Elysees: smentita morte di un secondo agente – VIDEO

(ritaglio video)

Stasera è avvenuta una sparatoria sugli Champs Elysees: viene intanto smentita la notizia che sarebbe morto un secondo poliziotto. Nella sparatoria è morto anche uno degli uomini che ha aperto il fuoco contro le forze dell’ordine sarebbe morto a sua volta. Nella memoria collettiva dei parigini è ancora vivo il ricordo terribile della sera del 13 novembre 2015 e dell’assedio al Bataclan. Il piano antiterrorismo è scattato prontamente e in questi minuti è in corso l’evacuazione da uno dei luoghi simbolo della capitale francese. Nel frattempo, gli elicotteri stanno sorvolando la zona. La situazione è in fieri e la polizia cerca di riportare la situazione alla calma.

La sparatoria a colpi di kalashnikov è avvenuta di fronte a un negozio della catena Marks&Spencer quando erano appena scoccate le 21.00 e alcune fonti parlano anche di un uomo in fuga, braccato dalle forze dell’ordine. “Non possiamo ancora dire se sia attacco terroristico, sono in corso perquisizioni e indagini”, ha spiegato un portavoce del ministero dell’Interno. I tragici fatti di Parigi arrivano in un momento particolarmente delicato per la Francia: domenica, infatti, si voterà per il primo turno delle presidenziali, con il candidato indipendente Emmanuel Macron, ex ministro del governo socialista di Valls, dato in vantaggio su Marine Le Pen del Front National, il moderato François Fillon e l’outsider di sinistra Jean-Luc Mélenchon. Proprio Macron, ospite di France 2, ha commentato in diretta: “Questa minaccia farà parte della vita quotidiana dei prossimi anni. Il primo dovere di un presidente è quello di proteggere”.

Il nostro servizio

GM