Stima aggiornata delle vittime del sisma in Cina: 400 morti e 10mila feriti

Almeno 400 persone sono morte e 10mila sono rimaste ferite nel terremoto di magnitudo 7,1 che alle 7.49 di questa mattina ora locale -l’1.49 in Italia- ha colpito un’area della Cina a popolazione tibetana nella provincia nordoccidentale del Quinghai. Jiegu è la località più vicina all’epicentro e conta circa 100mila abitanti. Zhuohuaxia, un funzionario del governo locale, ha dichiarato che “le strade di Jiegu sono piene di gente presa dal panico, molti sono feriti”. Tra le vittime ci sono numerosi alunni delle scuole elementari che, al momento della scossa erano da poco entrati nelle aule: Zhuohuaxia ha affermato che sono ancora molti gli studenti sepolti sotto le macerie. Il sisma ha interrotto le comunicazioni telefoniche e l’arteria stradale che collega la città all’aeroporto è bloccata dalle distruzioni causate dal terremoto: “stiamo cercando di aprire questa strada -ha detto Zha Xi, funzionario della Prefettura di Yushu- perché è l’unica via per ricevere aiuti”.
Le squadre di soccorso stanno scavando senza sosta e nelle prossime ore 5mila soccorritori si aggiungeranno ai 700 militari già impegnati sul territorio. Il governo del Quinghai ha inoltre inviato nella zona tende, vestiti pesanti e coperte.
Il presidente della Commissione Europea Josè Manuel Durao Barroso ha offerto alla Cina il sostegno dell’Ue. “Sono profondamente sconvolto e rattristato per le notizie sul sisma -si legge in una nota di Barroso- Vorrei esprimere la solidarietà della Commissione Europea alle autorità e al popolo cinesi ed offrire la nostra assistenza”. Anche Papa Benedetto XVI ha espresso la propria solidarietà alle popolazioni colpite dal terremoto. “Prego per le vittime e sono spiritualmente vicino alle persone provate da così grave calamità -ha dichiarato il Pontefice al termine dell’udienza generale di oggi- e per esse imploro da Dio sollievo nella sofferenza e coraggio in queste avversità. Auspico che non verrà a mancare la comune solidarietà”.

Tatiana Della Carità