Il Bollettino Economico di Bankitalia boccia la nostra economia.

Per la Banca d’Italia, la situazione economica italiana è desolante: la ripresa è debole, i consumi non ripartono (-1,8%) e il numero degli occupati continua a calare (-0,4% nei primi due mesi del 2010).

Come viene sottolineato nel Bollettino Economico di Bakitalia, la nostra ripresa è ancora debole, e i dati non lasciano spazio all’ottimismo. I consumi delle famiglie sono ancora molto deboli e la possibilità che l’economia italiana si agganci all’aumento degli scambi internazionali sembra remota. Per le famiglie “il reddito disponibile è calato di oltre due punti percentuali in termini reali nella media dello scorso anno“.

Per quanto riguarda l’occupazione, la relazione evidenzia come “rispetto al picco raggiunto nell’aprile del 2008, il numero delle persone occupate è diminuito di oltre settecentomila unità (-3,1%) “. Per la Banca d’Italia il calo dell’occupazione è proseguito anche nel corso dei primi mesi del 2010.

Il documento evidenzia anche una strana contraddizione. Mentre migliorano i giudizi delle imprese sull’andamento degli ordini e sulle attese di produzione, peggiora il clima di fiducia dei consumatori.

Marco Di Mico