La Svizzera non estraderà Polansky. Il regista è libero

La Svizzera ha deciso di non estradare il cineasta di origine polacca Roman Polanski, condannato negli Usa per lo stupro di una minorenne nel 1977. «Il regista 76enne non sarà estradato negli Stati Uniti. Le misure restrittive della libertà nei suoi confronti sono state revocate», ha annunciato a Berna il ministro elvetico della Giustizia.

Polanski torna dunque libero dopo sette mesi dall’arresto perché la Svizzera ha revocato anche gli arresti domiciliari (dal 4 dicembre il regista si trova nel suo chalet svizzero di Gstaad). Il cineasta era stato arrestato a Zurigo nel settembre 2009 con un mandato di arresto USA. Gli Stati Uniti possono presentare ancora appello contro la decisione.

Emiliano Stefanelli