Calciomercato Roma, Burdisso vuole i giallorossi. Si tratta con L’inter per l’acquisto

ROMA, 15 luglio – Trattiamo. Era il verbo che Fernan­do Hidalgo voleva sentire nel momento in cui ha ribadito ai dirigenti dell’Inter la scelta di Nicolas Burdisso. Che è quella di continuare a giocare con la Roma, stavolta però da gio­catore della Roma anche in termini di cartel­lino, per lui è già pronto (e accettato) un con­tratto quadriennale a cifre vicine ai due milioni e mezzo che diventano due milioni e mezzo effettivi con una serie di premi a ren­dimento che tutto sono meno che difficili da centrale (esempio, già sfruttato in contratti precedenti: se la Roma non retrocede il pre­mio è e via con una cifra a sei numeri). Queltrattiamoè un verbo decisivo per il futuro esito positivo dell’affare.

TRATTATIVA – Non si può na­scondere che la richiesta ini­ziale dell’Inter, dieci milioni, aveva gelato la Roma e Hidal­go. La Roma perché non è che navighi nell’oro, il procurato­re argentino che con l’Inter aveva dovuto anche sistema­re la questione del nuovo con­tratto di Diego Milito, perché il rischio che saltasse un qua­driennale niente male, si era di fatto materializzato. So­prattutto alla luce di quella che nelle intenzioni voleva es­sere la prima offerta della Ro­ma per l’intero cartellino del giocatore, tre milioni e mezzo. Distanza abis­sale tra richiesta e offerta, margini di trova­re un punto d’incontro realisticamente mol­to improbabili. Per il resto i presupposti c’erano tutti, l’Inter vuole cedere il giocatore, la Roma vuole comprarlo, il giocatore vuole la Roma. Hidalgo, nonostante le difficoltà, non ha mollato, quello che gli interessava era quel verbo,trattiamo.Che ora lascia spazio a una nuova trattativa che sicuramente sarà lunga e difficile, ma la logica fa ritenere che alla fine si risolverà positivamente per tutti. Claudio Ranieri ha ribadito anche in questi primi giorni di ritiro a Trigoria (oggi la Roma volerà nel ritiro di Riscone di Brunico) che considera un giocatore importantissimo per il suo progetto giallorosso e che si augura di riaverlo a disposizione il prima possibile.

INCONTRO -Ieri a Milano doveva esserci un contatto tra il direttore sportivo giallorosso Daniele Pradè e i dirigenti dell’Inter. E’ sta­to rimandato a oggi, probabilmente a margi­ne dell’Assemblea straordinaria di Lega. Il problema è stato che Pradè non è riuscito a partire per il capoluogo lombardo, spostando a stamattina l’imbarco per Milano. Ieri sulla questione ci sono state delle dichiarazioni dell’uomo mercato dell’Inter, Marco Branca. Dichiarazioni concilianti ma chiare: «Con Daniele Pradè ho un rapporto di simpatia. Se mi chiama, rispondo. Burdisso è un gioca­tore che ha avuto un rendimento altissimo, non può valere tre milioni e mezzo, quattro. Noi alla Roma lo abbiamo già dato in prestito gratuito un anno fa e il giorno prima di una partita importante. La volontà del giocatore pesa quanto il rispetto che ha nei nostri confronti». Insomma, c’è la disponibilità dell’Inter a trattare, ma anche l’inten­zione di non concedere scon­ti eccessivi. Non è difficile prevedere che si tratterà co­munque di un incontro inter­locutorio, ci sarà bisogno di altri incontri per trovare una soluzione soddisfacente per tutti.

Corrieredellosport.it