Calcio, Perrotta, Il prossimo Campionato la sfida sarà ancora Inter-Roma. Noi vogliamo migliorarci

Roma, 18 lug. Secondo Simone Perrotta il duello per lo scudetto potrebbe riproporre anche nella prossima stagione un duello fra la sua Roma e l’Inter, ma il centrocampista giallorosso si augura questa volta di assistere a un “finale diverso”. Lo scorso anno, ma anche nel 2008, la Roma ha conteso lo scudetto ai nerazzurri fino all’ultima giornata, ritrovandosi addirittura campione virtuale per qualche manciata di minuti, prima a Catania (con Luciano Spalletti allenatore) e poi nel maggio scorso a Verona (con Claudio Ranieri in panchina), dopo due clamorose rimonte. Prima che l’Inter sbloccasse e vincesse le sue partite. “Noi vogliamo migliorarci. Sarà difficile perchè l’ultimo è stato un campionato incredibile”, ha detto oggi Perrotta in conferenza stampa a Riscone (Brunico), sede del ritiro pre campionato della Roma. “Proveremo ad arrivare in fondo a tutto le competizioni. Tutto sta nel partire bene e prendere entusiasmo. La Roma parte insieme alle altre grandi. L’Inter è ancora sopra alle altre, anche se ha perso la sua guida”. Ovvero, l’allenatore portoghese Jose Mourinho, passato al Real Madrid e rimpiazzato dallo spagnolo Rafael Benitez, arrivato dal Liverpool, “Benitez è un ottimo allenatore. Ma subito dopo l’Inter ci saremo noi”, ha aggiunto Perrotta. “Sono andati via giocatori importanti come Toni, Motta e Tonetto, ma ne sono arrivati altri bravi come Adriano e Simplicio. Abbiamo una rosa più larga e quindi va bene cosi”. Il giocatore ha quindi espresso il suo disappunto per non essere stato convocato dall’ormai ex ct Marcello Lippi per i Mondiali sudafricani, per altro chiuso dall’Italia campione uscente con la clamorosa eliminazione al primo turno. “Ho rispettato la decisione di Lippi, ma la pensavo diversamente”, ha detto Perrotta, nell’ultimo campionato uno dei migliori centrocampisti di tutta la Serie A. “Non so se potrà rientrare con il nuovo ct Cesare Prandelli, c’è anche voglia di ringiovanire la rosa, quindi non so cosa potrà succedere”.

Apcom