Suriname, ex dittatore e narcotrafficante eletto presidente

L’ ex dittatore Desi Bouterse, 64 anni, e’ stato eletto ieri nuovo presidente del Suriname dal parlamento con 36 voti su 51. Vani gli sforzi dell’opposizione, da tempo impegnata ad impedire tale decisione, ricordando che Bouterse, che ha partecipato a due colpi di stato nel 1980 e nel 1990, e’ tuttora sotto processo per aver fatto assassinare 15 oppositori quand’era alla guida del Paese nel 1982 e che, nel 1999, e’ stato condannato in contumacia in Olanda per narcotraffico a 11 anni di carcere.

Il Suriname e’ un’ex colonia olandese che ha ottenuto l’indipendenza nel 1975 con circa 500.000 abitanti.

Bouterse ha ottenuto l’appoggio dei settori piu’ poveri che si lamentano delle misure economiche del governo in carica, imponendosi cosi’ nelle elezioni di maggio. Bouterse e’ ritenuto uno degli uomini piu’ ricchi del Paese, si dice ammiratore del vicino collega venezuelano Hugo Chavez e di Che Guevara, si e’ sposato due volte ed ha tre figli, uno dei quali condannato a sua volta per narcotraffico.

Aduc