Bimba bianca nata da genitori neri

La Natura può essere ancora un grande mistero per gli uomini. Ci sono ancora cose che la scienza fa molta fatica a spiegare, come quello che è accaduto a Ben e Angela Ihegboro.

Angela è una donna di colore che aspettava una bambina. Al momento del parto, i medici hanno dovuto constatare, con loro enorme stupore, un evento prodigioso: la sua piccolina era completamente bianca e con i capelli biondi e gli occhi azzurri!

Ben e Angela Ihegboro sono entrambi di origini nigeriane, entrambi di colore, entrambi con famiglie alle spalle di africani “doc”. E allora come si spiega l’aspetto tipicamente nordico della neonata?

Osservando attentamente la piccola Nmachi, questo è il suo nome, c’entra davvero poco con i suoi genitori, entrambi di colore. Ad onor del vero, non serve neanche osservare tanto attentamente!

Ora i maligni tra un ghigno e una risata faranno qualche battutina, rispolverando il vecchio proverbio latino: ” mater semper certa”, la madre è sempre sicura il padre invece…

Ma vi assicuriamo che non si tratta di un volgare tradimento, magari con un uomo di origini scandinave! Pare che la donna sia fedelissima a suo marito e le analisi del dna hanno confermato che non c’è stata nessuna “scappatella”.

Il papà Ben di 34 anni e la mamma Angela di 35 vivono a Londra, i due hanno rilasciato alla nota testata giornalistica “Sun” un’intervista confessando di essere rimasti letteralmente impietriti e sgomenti alla vista di quel frugoletto pallido.

Pare proprio che Ben abbia detto a sua moglie vedendo la prima volta sua figlia: “Ma siamo sicuri che è mia?”

Il caso di Nmachi, ha fatto il giro del mondo e ha stupito anche gli esperti di genetica. Quello che è successo ha del miracoloso, e rimane un grosso e inspiegabile mistero.

Nessuno dei genitori ha nel loro albero genealogico, geni caucasici. I medici del Queen Mary’s Hospital a Sidcup, dove la bimba è nata, hanno dichiarato che Nmachi non è assolutamente albina.

Inoltre hanno ammesso che la genetica, ad oggi, presenta ancora delle parti oscure, delle domande a cui ancora non è possibile dare una risposta.

La genetica presenta ancora regole misteriose che non permettono di spiegare i casi rarissimi come quello rappresentato dalla piccola Nmachi.

Attualmente il piccolo angioletto vive nella capitale inglese con i suoi genitori e i due fratellini, quest’ultimi entrambi di colore.

Certamente le immagini della piccola Nmachi in mezzo alla sua famiglia rigorosamente afro colpiscono per la loro straordinarietà. Una creaturina candida come un fiocco di neve tra le braccia di genitori di colore è un quadretto così insolito.

Il nostro augurio, però, è che tale bimba non venga considerata come un fenomeno da baraccone e non sia oggetto di occhiate morbose!

Speriamo che i genitori in primis facciano di tutto per tutelarla e farla crescere normalmente con tutto l’amore di cui avrà bisogno, senza lasciarla in balia di giornali e televisioni, lucrando su di lei come fosse la loro “gallina dalle uova d’oro”.

Fabio Porretta