ROMA / Rosy Bindi, Gheddafi viola la dignità delle donne e Berlusconi è suo complice

ROSY BINDI ROMA, 29 AGO – «Berlusconi finisce per rendersi complice non solo della sorte dei tanti disperati ricacciati nel deserto libico ma di una nuova umiliante violazione della dignità delle donne italiane». Lo afferma la vicepresidente della Camera Rosy Bindi. «Solo nell’Italietta berlusconiana che si compiace di barzellette e battute misogene – afferma – e che ha incoraggiato una nuova forma di mercificazione del corpo della donna è possibile assistere alla celebrazione così imbarazzante e subalterna di un personaggio come Gheddafi. Purtroppo non c’è da stupirsi – aggiunge Bindi – per lo spettacolo offerto agli italiani con l’avallo del nostro governo. Invece di chiedere ragione delle condizioni di vita di migliaia di migranti, il governo Berlusconi si presta ad offrire un palcoscenico a chi per fare la sua propaganda pretende di circondarsi di belle ragazze».

Ansa