CALCIOMERCATO / Lazio, Lotito scatenato in arrivo Meira e Pocognoli

CALCIOMERCATO LAZIO – Ultime ore di mercato, si chiude alle 19, la Lazio cercherà di sfoltire la difesa e di rinforzarla. Ci riuscirà? C’è fermento, possono arri­vare un centrale e un esterno sinistro, i nomi caldi sono quelli di Fernando Meira dello Zenit San Pietroburgo e di Sebastian Pocognoli dello Standard Liegi. La società proverà a vendere Cribari, ieri pomeriggio Tare ha in­contrato il suo manager, è possibile che finisca al Brescia. I dirigenti stan­no riflettendo sulla possibilità di inter­venire sulla fascia: Garrido è infortu­nato, ne avrà per 10 giorni ed è fuori condizione; Del Nero non regge i ritmi di un’in­tera partita e Cavanda, per quanto valido, è ancora giovane (tra l’altro nasce esterno destro).

MEIRA –Reja vuole andare avanti con la difesa a 3, attualmente nel reparto sono presenti Diakitè e Biava, Dias e Stendardo, Radu e Cribari ( conside­rando due uomini per ruolo ne occor­rono almeno 6). La società da qualche giorno ha lanciato l’assalto al porto­ghese Meira dello Zenit allenato da Luciano Spalletti. La trattativa è stata intavolata, il centrale è in scadenza nel dicembre 2011, ha 32 anni, ha acquisi­to esperienza in tutta Europa. Il nodo è rappresentato dall’ingaggio, il club russo gli riconosce 2,3 milioni di euro a stagione e lo valuta attorno ai 3 mi­lioni di euro. L’ostacolo è economico, la Lazio spera di trovare un’intesa pri­madel gong. Il sogno si chiama Diego Lugano del Fenerbahce, i suoi para­metri sono ancora più alti. Era stato offerto Andrea Barzagli del Wol­fsburg.

POCOGNOLI – Dal centro alla corsia sini­stra. Il nome circola da qualche tem­po: Sebastian Pocognoli è un esterno, ha 23 anni, è nazionale belga, è rien­trato allo Standard Liegi dopo l’espe­rienza olandese all’AZ Alkmaar. Era stato proposto prima al Genoa e poi al­la Lazio, è un’altra di quelle operazio­ni che venivano descritte in partner­ship tra Preziosi e Lotito. Per fisicità e impatto poteva essere l’alternativa a Kolarov, inizialmente Reja e Tare hanno det­to no: il suo arrivo avrebbe caricato l’or­ganico in un ruolo che a quel tempo era coperto da Garrido, da Del Ne­ro e pure da Zauri. Quest’ultimo è stato ce­duto e lo spagnolo non ha ancora dato certezze. Ecco perché la candidatura di Pocognoli può torna­re di moda in queste battute finali (co­sta circa 3 milioni di euro). E’ stato proposto Modesto del Genoa.

Fonte: Corrieredellosport.it