GIOVANI OBESITÀ / Ricerca americana, dormire poco una delle cause eccesso peso in età adolescenziale

GIOVANI OBESITÀ – Dormire poco può essere causa di obesità nei più giovani. Uno studio americano riporta l’attenzione sull’eccesso di peso in età adolescenziale: secondo la ricerca dormire meno di otto ore a notte durante la settimana aumenta il desiderio di consumare cibi grassi e snack.
I nottambuli tendono, dunque, a mangiare più alimenti iper-calorici, con conseguente rischio di aumento di peso. I ricercatori della Case Western Reserve University School of Medicine, del Rainbow Babies & Children’s Hospital di Cleveland e del Brigham and Women’s Hospital hanno esaminato 240 ragazzi di 16-19 anni, il 18% dei quali obeso, giungendo alla conclusione che poche ore di sonno possano aumentare il rischio di obesità a causa di cambiamenti nelle abitudini alimentari che, soprattutto nelle ragazze, alterano l’equilibrio energetico.
“Dormire poco aumenta le percentuali di calorie legate al consumo di grassi e a una riduzione di quelle da carboidrati” spiegano gli studiosi, indicando come l’aumento medio del consumo di grassi è del 2,2% al giorno. La ricerca ha messo in mostra anche una relazione tra le poche ore di sonno e gli orari in cui si consumano snack: i nottambuli iniziano a mangiare tra le cinque e le sette del mattino.
“Un orario alterato dei pasti in chi dorme poco può anche essere una forma di stress metabolico che contribuisce a mandare in tilt il metabolismo – aggiunge Susan Redline, prima autrice dello studio – Sono necessarie ulteriori ricerche per capire meglio le differenze di genere nella relazione tra sonno, stress, metabolismo e abitudini alimentari.”

Fonte: Dire