VOLVO V60 / Berlina, ecco la macchina più sportiva della storia della casa svedese

VOLVO V60 – La “berlina più sportiva della storia Volvo”, come la considerano gli svedesi stessi, ecco la V60, cioè la “station più sportiva della storia Volvo”. Sarà presentata al Salone di Parigi tra pochi giorni.

Sicurezza. Ottima auto, esattamente come la S60: convince soprattutto per il nuovo design molto filante (a discapito del bagagliaio), per la qualità della vita a bordo, per le prestazioni e in particolare per i supertecnologici dispositivi di sicurezza. Grazie a radar e telecamera, infatti, non solo la V60 – come già la S60 – è in grado di mantenere la distanza dal veicolo che la precede (cruise control intelligente), ma riconosce persino il pedone che attraversa la strada all’improvviso ed evita l’impatto con una frenata d’emergenza (a velocità inferiori ai 35 km/h, altrimenti frena in ogni caso per ridurre la gravità dell’incidente).

Millessei turbo benzina da 180 CV. Abbiamo guidato la V60 col turbo T4, quattro cilindri 1.6 litri da 180 CV (e 240 Nm di coppia) e la turbodiesel D3, stessa cilindrata, ma cinque cilindri, 163 CV (e la bellezza di 400 Nm). La T4 ha un bel carattere sportivo, di quelli pronti a scatenarsi, ma adatti anche a una guida turistica molto piacevole, soprattutto col cambio automatico (senza levette al volante), morbido e dagli innesti impercettibili.

Duemila turbodiesel da 163 CV. La D3 sarà certamente la versione più venduta sul nostro mercato ed è un’auto molto equilibrata, con una grande spinta e un motore sempre pronto, che si abbina benissimo al cambio manuale a sei marce. La gamma della V60, che sarà in vendita dal mese prossimo, da 32.000 a 48.000 euro: per calcolare il prezzo basta aggiungere 1.200 euro alle equivalenti versioni della berlina S60.

Quattroruote.it