IN SVEZIA SEMBRA GIUNTA AL TERMINE LA COALIZIONE ROSSO-VERDE – La coalizione composta dai socialdemocratici, dai verdi e dai partiti di sinistra sembra giunta al termine: fatale la sconfitta elettorale dello scorso settembre, quando gli svedesi hanno deciso di riconfermare il governo di centro-destra guidato da Reinfeldt, relegando le formazioni rosso-verdi ad altri anni di opposizione.

“Ci prendiamo una pausa”, ha dichiarato al quotidiano Aftonbladet Mona Sahlin, leader dei socialdemocratici. “Continueremo ad avere azioni e orientamenti comuni in Parlamento, ma la forma con la quale ci siamo presentati alle elezioni va in pausa.”

“Lavoreremo come prima, ma in maniera meno ampia e meno completa”, ha confermato Maria Wettestrand, portavoce dei Verdi.

Che i partiti rosso-verdi, dopo la sconfitta alle urne, non si muovessero come un blocco unico era già apparso chiaro.

Né può essere un caso se l’annuncio della fine della coalizione è arrivato al termine dell’incontro che Mona Sahlin ha avuto con il premier Reinfeldt e il ministro degli esteri Bildt per discutere della presenza svedese in Afghanistan. Riunione a tre, dunque, con la Sahlin a rappresentare i socialdemocratici e nessun altro.

Antonio Scafati