MARADONA COMPIE 50 ANNI, NAPOLI GIOCA IL TERNO AL LOTTO 10-15-50

MARADONA COMPIE 50 ANNI, NAPOLI GIOCA IL TERNO 10-15-50 – Domani è sabato 30 ottobre, una giornata particolare per i cittadini di Napoli che, oltre al consueto appuntamento con l’estrazione del Lotto, si apprestano a giocare i numeri di Maradona, visto che domani ricorre anche il cinquantesimo compleanno del “Pibe de oro” (nato il 30 ottobre 1960).Una festa scandita nel segno del 10 che ha messo in fibrillazione il capoluogo partenopeo, comprese le ricevitorie dove impazzano le combinazioni in onore dell’ex fenomeno che tanto ha fatto sognare i tifosi napoletani.

In testa ai sogni dei napoletani c’è il terno al Lotto 10-15-50, omaggio al numero di maglia, al compleanno (15) e al traguardo dei 50 anni. Altri terni possono essere scanditi sulle date fondamentali della sua storia calcistica: 5-7-84, il giorno in cui fu presentato ufficialmente al San Paolo; 5-10-87, si ricrea la magia del primo scudetto del Napoli (10 maggio 1987); 6-29-86 rivive il sogno del Mondiale vinto in Messico; oppure 30-10-60, combinazione secca sulla sua data di nascita.

 “Da inizio settimana abbiamo appeso in vetrina un cartellone con i numeri di Maradona” racconta Salvatore Troncone, titolare della ricevitoria di via Caravaggio “ma quasi non ce n’era bisogno, i nostri giocatori sanno molto bene su quali numeri puntare. In questi giorni non facciamo che convalidare il terno 10-15-50, naturalmente su Napoli“.

Stessa musica secondo Ausilia Celeste, che gestisce una ricevitoria in via del Carretto. ‘Noi il terno di Maradona lo proponiamo da un mese. Mio marito è un tifoso sfegatato di Diego, vi dico solamente che ha ancora il suo poster appeso in camera”.

E per il Superenalotto? Il sogno del jackpot passa per i numeri più inseguiti ai piedi del Vesuvio: 10-15-30-50-60-87. Per il jolly, un ultimo guizzo di affetto: 20, che nella smorfia napoletana rappresenta la festa.

E chissà che Maradona non porti altra felicità ad una città che di gioia ne ha davvero bisogno e che, per motivi legati al Fisco, non ha potuto ospitare il numero 10 in “patria” per celebrare il cinquantesimo compleanno.

Luigi Ciamburro