Le pagelle di Lazio-Roma 7 Novembre 2010

Vucinic, chiude la gara

PAGELLE LAZIO-ROMA –

LAZIO

Muslera 5,5 – Fa il suo il portiere uruguaiano, difficilmente chiamato ad effettuare interventi di rilievo. Decisamente goffo nell’occasione del penalty di Borriello, non irresistibile.

Lichtsteiner 5 – Parte forte, spingendo su tutta la fascia. In fase difensiva soffre gli affondi di Vucinic e Menez. Cala con l’avanzare dei muniti. Ha l’aggravante di regalare ai giallorossi un calcio di rigore per un intervento scomposto con la mano in area.

Stendardo 5,5 – Chiamato a rimpiazzare lo squalificato Biava, ringhia sin dai primi minuti sugli attaccanti giallorossi. Bene nel gioco aereo, meno palla a terra.

Dias 5 – Lento e spesso in ritardo come nell’occasione del secondo rigore concesso alla Roma per fallo su Baptista.

Radu 5 – In sofferenza come tutti i compagni di reparto.

Brocchi 5,5 –  Si danna l’anima, correndo per due. Sbaglia un po’ troppi palloni.

Ledesma 5,5 –  Fatica ad arginare Menez nei primi minuti. Meglio nella ripresa con l’ingresso di Greco che gli garantisce maggiore libertà. Stanco.

Mauri 6,5  –  Il capitano è il migliore dei suoi. Molto mobile, cerca spesso gli inserimenti senza palla. Ottimo l’assist per Hernanes al 20’ st che spara sui piedi di J. Segio  in uscita disperata.

Hernanes 6 – Fatica un po’ la sorpresa, ormai divenuta certezza, di questa Lazio. De Rossi e Per rotta lo marcano stretto. Si divora una rete su ottimo servizio di Mauri, calciando da posizione strafavorevole, addosso al portiere giallorosso. Dal 27’ st Foggia 6,5 – Rapido

Rocchi 4,5 – Spesso a segno delle stracittadine romane, l’ex Empoli non incide mai. Reja lo sostituisce al termine della prima frazione. Dal 1’ st’ Zarate 5,5 – Solita storia, buona tecnica individuale. Ma il calcio è un gioco di squadra. Buono lo spunto al 39’ che libera Foggia alla conclusione in area.

Floccari 6 – Parte spesso dalla destra, lasciando agire il compagno di reparto Rocchi nella zona centrale dell’attacco. Si muove molto ma

Allenatore Reja 5 – Sbaglia formazione iniziale puntando su Rocchi.

A disposizione: Berni, Scaloni, Garrido, Matuzalem, Bresciano, Foggia,  Zarate.

ROMA

Julio Sergio 7 – Spettatore per quasi un tempo e mezzo, il brasiliano si rende protagonista con un intervento da ‘numero uno’, su conclusione ravvicinata di Hernanes al 20’ della ripresa. Decisivo.

Cassetti 6 – E’ troppo preoccupato delle folate offensive della Lazio l’esterno bresciano, che troppo poco tenta di affacciarsi nella metà campo avversaria.

Mexes 6 – Bene nel primo tempo, soffre maggiormente nella ripresa. Prestazione comunque sufficiente.

N. Burdisso 6,5 – Il mastino argentino nonostante non abbia smaltito completamente il duro colpo subito nella gara di Champions contro il Basilea, scende in campo dal primo minuto al fianco di Mexes. Oggi prestazione sui livelli della scorsa stagione.

Riise 6 – In crescita rispetto alle prestazioni dell’ultimo periodo. Grinta e corsa sulla sua fascia di competenza.

Perrotta 6 –  Tanta corsa e cuore, come sempre.  Dal 34’ st Brighi 6,5 – Ottimo impatto con la partita per il centrocampista emiliano ex Chievo. E’ lui a recuperare la palla che dà il là all’azione che porta al secondo rigore in favore della Roma.

De Rossi 6 –  Un assaggio di futuro per il centrocampista giallorosso, oggi capitano per via dell’assenza dello squalificato Totti. Partita di sacrificio senza grandi giocate. Più utile che bello.

Simplicio 6,5 – Ancora in evidente ritardo di condizione. Prima frazione imbarazzante, trasformato  nella ripresa: si procura il rigore decisivo e colpisce la traversa su azione di contropiede della Roma. In netto progresso.

Menez 6 – Sembra finalmente aver trovato la sua posizione il francese, quella di trequartista. Lascia purtroppo il campo prima dell’intervallo a causa del riacutizzarsi di un problema al polpaccio accusato già durante il riscaldamento. Dal 40’ Greco 6 – si sistema nella stessa posizione occupata nel fortunato debutto in Champions contro gli svizzeri del Basilea, ovvero trequartista dietro le due punte. Personalità da vendere, merita maggiore spazio.

Borriello 6,5 – Soffre l’attaccante napoletano che fatica a trovare spazio nelle maglie della difesa biancoceleste. Pregevole giocata su servizio di Vucinic, allo scadere della prima frazione: stop, protezione della palla e conclusione di poco fuori alla destra di Musclea. Fondamentale il tiro dal dischetto che regala i 3 punti alla Roma. Dal 39’ st Baptista 6 – Pochi minuti per la bestia, giusto il tempo di procurarsi un penalty.

Vucinic 8 – Ispirato e voglioso, il montenegrino oggi si esalta soprattutto nelle vesti di uomo assist. Parte spesso dalla sinistra: e Lichtsteiner non lo prende quasi mai.  Al 36’ st sfiora la rete da fuori area che poi trova su calcio di rigore al 42’. Devastante.

Allenatore Ranieri 6.5 – Mette in campo una formazione ordinata ed equilibrata nonostante le numerose assenze. Buona l’intuizione di dare ancora fiducia al posto del giovane Greco, subentrato.

A disposizione: Lobont, G. Burdisso,  Cicinho, Castellini, Pizarro, Okaka,  Adriano.

Fonte: Calciomercato.it