11 arresti per terrorismo eseguiti dai Ros

TERRORISMO: ESEGUITI 11 ARRESTI – Due italiani e nove stranieri sono stati arrestati dai carabinieri del Ros nell’ambito dell’operazione condotta dai PM della Procura di Napoli Sezione distrettuale antiterrorismo. Gli arresti sono avvenuti tra Napoli, Roma e Milano. Altri due indagati sono riusciti a sfuggire mentre altre tre persone sono state localizzate all’estero e per uno di essi è stato richiesto il mandato di arresto europeo.

L’indagine ha avuto inizio nel 2008 all’indomani della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Napoli nei confronti di tre algerini riconosciuti responsabili di associazione per delinquere con finalità di terrorismo internazionale. La sentenza, del 10 gennaio 2008 scaturiva dall’esito di un’indagine denominata ‘Full moon’ condotta dalla procura napoletana con i carabinieri del Ros. I militari individuarono una cellula salafita attiva a Napoli con propaggini in Lombardia e Veneto. L’indagine ‘Full moon’ aveva evidenziato lo stretto legame tra ambienti eversivi e criminalità comune. Era proprio la delinquenza locale a dare una mano ai presunti terroristi islamici nella fornitura di documenti di identità falsi. Gli estremisti di rientro dalle zone di guerra, avevano bisogno dei documenti falsi per garantirsi la libera circolazione o la permanenza nei paesi della Comunità europea. Gli arresti avvenuti all’alba di oggi rientrano nell’ambito di una più ampia attività di indagine finalizzata al contrasto delle organizzazioni eversive presenti in Campania riconducibili al «gruppo salafita per la predicazione e combattimento». Struttura che all’indomani dell’11 settembre fu inserita nella lista degli affiliati da Al Qaeda con la risoluzione 1367 del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Fonte: Adnkronos