Maroni sul caso Ruby: “La polizia ha seguito correttamente le procedure”

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni

MARONI RIFERISCE SUL CASO RUBY – Il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha riferito in aula al Senato sulla vicenda di Ruby, la ragazza marocchina le cui dichiarazioni hanno fatto esplodere l’ennesimo scandalo intorno al premier Silvio Berlusconi. Maroni ha dichiarato che la polizia ha seguito le procedure correttamente e che “non si evidenzia alcuna modalità che possa richiamare frettolosità o superficialità”. Lo scorso 27 maggio Ruby è stata arrestata per furto e proprio il Cavaliere intervenne per il suo rilascio, telefonando alla Questura di Milano: Berlusconi disse che la ragazza gli era “stata segnalata come la nipote del presidente egiziano Mubarak” e chiese ai funzionari di affidarla a Nicole Minetti. Nella relazione del ministro dell’Interno si legge poi che “non vi erano posti disponibili nelle comunità della zona” e che su indicazione del magistrato di turno presso il Tribunale dei minori Ruby fu affidata alla stessa Minetti.
Secondo Maroni “la polizia di stato ha ancora una volta confermato doti professionali ed equilibrio… ha applicato con assoluta correttezza tutte le procedure previste dalla legge”.

Tatiana Della Carità