L’Ordine dei giornalisti dimezza la sospensione a Feltri

Il direttore editoriale del Giornale Vittorio Feltri

ODG DIMEZZA LA SOSPENSIONE A FELTRI – Può essere considerata una decisione tutto sommato generosa, quella con cui il Consiglio dell’Ordine nazionale dei giornalisti ha ridotto da sei a tre mesi la sospensione inflitta dall’Ordine lombardo a Vittorio Feltri in seguito al cosiddetto ‘caso Boffo’. “Non mi aspettavo niente di meglio -ha commentato con vena polemica il direttore del Giornale, che non ha mai nascosto la propria insofferenza nei confronti della sanzione- D’altronde si era visto subito che la maggioranza era ostile, così come peraltro accaduto a Milano”.
Il ‘caso Boffo’ scoppia ad agosto dello scorso anno, quando il quotidiano diretto dallo stesso Feltri ha dedicato la prima pagina ad un “incidente sessuale” dell’allora direttore di Avvenire. La violenza con cui vengono rivolte le accuse e il fatto che nelle settimane precedenti Boffo abbia criticato dalle pagine del suo quotidiano la “condotta morale” del premier Silvio Berlusconi innescano un terremoto nel mondo politico-istituzionale e all’interno delle gerarchie ecclesiastiche: terremoto che porta alle dimissioni dello stesso Boffo. Soltanto a dicembre 2009, infine, Feltri pubblica le sue scuse per quanto accaduto.

Tatiana Della Carità