VIOLENZA SESSUALE DISABILE ROMA – Raggira una ragazza disabile, portandole via oggetti preziosi e soldi, fino ad abusarne e violentarla: l’uomo, 38 anni, tossicodipendente e pregiudicato, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Lariano (Roma). Risponde dei i reati di violenza sessuale continuata e furto. La vicenda risale all’inizio dello scorso mese di agosto, quando, a Lariano, i genitori della ventiquattrenne denunciarono la scomparsa della figlia che, affetta da un disagio psichico e ritenuta invalida al 100%, non era rientrata a casa la sera precedente, e non aveva dato notizie di sè. I militari rintracciarono la giovane e iniziarono a indagare per chiarire l’accaduto. Si accertò così che la donna da qualche tempo frequentava il trentottenne, il quale l’aveva avvicinata al solo scopo di rubarle soldi e gioielli: per settimane la ragazza era stata infatti raggirata e derubata di oggetti d’oro e piccole somme di denaro. L’uomo aveva anche abusato della ragazza, e in una circostanza, col pretesto di andare in discoteca, dopo averla indotta ad assumere alcolici, l’aveva portata in un parco pubblico dove l’aveva violentata. Grazie alla coraggiosa testimonianza della giovane, supportata dai suoi genitori, i carabinieri hanno potuto ricostruire l’intera vicenda ed ottenere dal Tribunale di Velletri l’emissione di un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti del violentatore, che ora si trova nel carcere di Velletri.

Ansa