Wikileaks Italia, ministro La Russa: “File segreti sono ridicole notizie di gossip”

WIKILEAKS ITALIA – «Ci sono ancora tantissime notizie non note, ma quelle uscite non mi sembrano stravolgenti». Lo afferma il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che in un’ intervista al ‘Corriere della Sera’, si dichiara «non particolarmente preoccupato» da quanto divulgato da Wikileaks, e aggiunge: «Ritengo che non dobbiamo metterci a esaminarle ad una ad una. Si tratta di informazioni che dovevano rimanere riservate, probabilmente sono frutto di un’azione illegale, e, con mia sorpresa, sembrano uscire da giornaletti specializzati nei gossip». «O per questa natura scadente o perchè sono frutto di informazioni destinate a essere riservate -prosegue- credo che non dovremmo annettere a questa fuga un’eccessiva importanza».

Quanto all’immagine non positiva del premier, il coordinatore Pdl dice: «Non accetto questo tipo di lettura perchè è di chi guarda le cose attraverso il buco della serratura. E trasuda provincialismo». «Credo -continua- che sia più importante rilevare che il sistema di relazione diplomatiche dopo questa vicenda cambierà. Quando uno è convinto che queste notizie devono restare riservate non dice le cose che poi compongono una valutazione e che deve resistere alle osservazioni di chi le legge. Qui ci si butta sull’ovvio, sul banale. Mi riferisco, per esempio, a quella secondo cui Berlusconi appare stanco perchè va a letto tardi: siamo al ridicolo».

Redazione