Roma si prepara ai cortei degli studenti: la riforma Gelmini arriva in senato

CORTEI STUDENTI CONTRO RIFORMA GELMINI – Traffico scorrevole e blindatura soft e solo dove necessario. Si presenta così il centro di Roma in attesa dei tre cortei di studenti in occasione del voto al senato del ddl Gelmini. Per ora non sono state disposte chiusure al traffico nè blindature speciali di strade e vie di accesso al centro: per questo la circolazione è molto scorrevole aiutata anche dal fatto che alcuni negozianti del centro storico per timore di danneggiamenti hanno scelto oggi di non aprire. I blindati delle forze dell’ordine stazionano solo in prossimità dei palazzi delle istituzioni, in particolare vicino ai ministeri dell’Istruzione, dell’Economia e a Palazzo Madama. Mini pattuglie di uomini delle forze dell’ordine sono dislocate per il centro di Roma. I tre cortei annunciati dagli studenti partiranno da Piazzale Aldo Moro, nei pressi dell’Università La Sapienza, da Piazzale Ostiense e da Piazza Trilussa. Itinerario ‘a sorpresa’ ma sono annunciati flash mob, azioni estemporanee e ‘incursionì creative anche al di là della zona rossa centrale. Dunque, secondo le intenzioni degli studenti, oggi sarà una sorta di protesta «a macchia di leopardo» fatta di happening anche decentrati. Per ora comunque ai tre concentramenti da dove dovrebbero partire le manifestazioni si contano pochissimi manifestanti. Non essendoci stata richiesta di preavviso alla Questura da parte dei manifestanti i tre cortei sono di fatto non autorizzati e dunque illegali