Federalismo: il Cdm approva un nuovo decreto. Il Pd attacca: “Atto gravissimo”

Umberto Bossi e Silvio Berlusconi

FEDERALISMO: CDM APPROVA DECRETO – Nonostante lo stop imposto dal voto, finito in parità, in Commissione Bicamerale, il governo ha trovato un sistema per far approvare il decreto sul fisco municipale. L’esecutivo guidato da Silvio Berlusconi, incurante del risultato della votazione, ha convocato questa sera un Consiglio dei ministri straordinario e ha approvato il provvedimento. Fonti della maggioranza rendono noto che il testo che ha ricevuto il via libera è quello con tutte le modifiche frutto del confronto in bicamerale e dell’intesa con l’Anci. Esulta la Lega. “Finalmente – dichiara il leader del Carroccio Umberto Bossi – comuni avranno le risorse senza andarle a chiedere col cappello in mano. I soldi resteranno sul territorio dove sono stati prodotti”.  
L’approvazione del provvedimento fa insorgere l’opposizione. “È gravissima – spiega Francesco Boccia, deputato del Pd e componente della Bicamerale sul federalismo – la decisione del Cdm di approvare un decreto bocciato dal Parlamento: è un atto di rottura ingiustificabile”.
Anche il presidente della Camera Gianfranco Fini mostra disapprovazione. “E’ una situazione senza precedenti – dice – Chi conosce le regole della Bicamerale sa che in caso di pareggio il provvedimento si intende respinto”. 

Tatiana Della Carità