Bufera in Rai: Tg1 contro Tg3 sulle interviste a Berlusconi

RAI: TG1 CONTRO TG3 – E’ bufera in Rai a causa dello scontro tra Tg1 e Tg3. In risposta alle polemiche scatenate due giorni fa dall’intervista al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ggi il notiziario delle 13.30 delle rete ammiraglia ha mandato in onda parte di un’intervista all’allora capo del governo Romano Prodi da parte del vicedirettore del telegiornale di Raitre, Pierluca Terzulli
L’iniziativa ha, comprensibilmente, suscitato l’accesa reazione del Comitato di redazione del Tg3, che ha diffuso una nota in cui si legge che il tg diretto da Augusto Minzolini ha effettuato “un’operazione senza precedenti nei confronti della nostra testata e di un nostro collega la cui professionalità e correttezza sono da anni sotto gli occhi di tutti”. “Mai un telegiornale – prosegue il documento -, tantomeno appartenente alla stessa azienda (e pagato con gli stessi soldi dei cittadini, trattandosi di servizio pubblico) si è scagliato con tanta sottile violenza contro un altro tg andando a ripescare un’intervista di anni fa, tagliandone 10 secondi da un totale di tre minuti di domande vere, per argomentare: il Berlusconi del Tg1 di oggi è come il Prodi del Tg3 di tanti anni fa… Questa sembra la tesi”. La nota definisce poi l’iniziativa “un’operazione di basso profilo” e “invita tutti ad una maggiore correttezza”.

A dir poco contrariato anche il presidente della Rai Paolo Garimberti, che definisce quanto accaduto un sintomo di ”totale assenza di buona creanza aziendale”.”A settembre – prosegue – dissi, in occasione di un’imitazione satirica di Minzolini, che non apprezzavo che venisse fatta all’interno della stessa azienda. E lo dissi per la satira che pure gode – e deve godere – di una certa ‘extraterritorialità. A maggior ragione, oggi trovo francamente inaccettabile il ‘fuoco amico’ di una testata su un’altra”. 
La direzione del Tg1 replica alle accuse precisando che il servizio in questione “non contiene alcun ‘killeraggio mediatico’ nè ‘colata di fango’ verso il collega Pierluca Terzulli, di cui è stato citato l’incipit di un’intervista all’ex premier Prodi (nessuna decontestualizzazione, quindi) come esempio delle decine di volte in cui un tg Rai ha intervistato il capo del governo”.”A chi ha visto il servizio – precisano ancora dalla direzione – non sarà sfuggito che il tema era tutt’altro, ovvero la disinformazione di un quotidiano che ha pubblicato sul suo sito l’intervista del Tg1 a Berlusconi, cancellando due domande su tre per dimostrare che si trattava di un ‘monologo’. Ma di questo, ovviamente, nessuno si e’ scandalizzato”.

Tatiana Della Carità