Sardegna: colonia felina di Pallosu conquista i turisti e Facebook

    Gatto della colonia felina di Pallosu, Sardegna

    COLONIA FELINA IN SARDEGNA IMPAZZA SU FACEBOOK – Su Pallosu è una minuscola borgata marina sulla costa occidentale della Sardegna, in provincia di Oristano. D’estate si riempie di turisti, ma d’inverno conta solo otto residenti. Finora doveva la sua ‘fama’ fuori dai ristretti confini locali, alla pesca del corallo e dell’aragosta, al film ”Le ragioni dell’Aragosta” girato sul posto da Sabina Guzzanti, al fatto che lo scrittore Stefano Benni ci torna in vacanza ogni anno e che le onde del suo mare richiamano surfisti da tutta l’Europa.
    Ma da qualche tempo vanta una nuova attrazione. Si tratta di una numerosa colonia di gatti.
    All’ultimo censimento ne sono stati contati ben 34, tutti con una particolarissima caratteristica, quella di non avere paura dell’acqua e di amare anzi le passeggiate in spiaggia e sugli scogli bagnati.
    Una caratteristica che li ha già fatti diventare delle star. Sono protagonisti di un blog continuamente aggiornato, contano più di 2.500 amici su Facebook (dove ognuno di loro ha una pagina personale), hanno collezionato servizi su servizi sulla stampa locale ma anche sui maggiori Tg nazionali, e ogni week end richiamano decine di curiosi da tutta la Sardegna.
    Sono gli eredi dei gatti che arrivarono in questo sperduto angolo della penisola del Sinis un centinaio di anni fa al seguito di un nucleo di pescatori che avviarono una tonnara rimasta in attivita’ fino agli anni ’40. Vivono in libertà e sono in qualche modo tutti gatti randagi. La colonia però ha un preciso punto di riferimento.
    E’ la casa del giornalista Andrea Atzori, uno degli otto residenti stabili di Su Pallosu.
    Qualche anno fa è stato protagonista delle battaglie ambientaliste contro gli insediamenti turistici e i campi da golf nella non lontana pineta costiera di Is Arenas, ora di fatto è il direttore e l’addetto stampa quasi a tempo pieno della colonia felina.
    ”La colonia sta diventando una meta turistica per tutti gli amanti dei gatti, non solo sardi – racconta Atzori – e può essere uno strumento importante per la promozione del territorio. Lo scorso gennaio abbiamo registrato 65 visitatori in un solo fine settimana, soprattutto famiglie con bambini”.
    La colonia, precisa il giornalista, non è un gattile per animali feriti o abbandonati, ma una sorta di oasi privata autogestita. E per la prossima settimana, quando verrà celebrata la giornata mondiale del gatto, a Su Pallosu sarà festa in grande stile. Per quattro giorni, a partire da giovedì 17 e fino a domenica 20 febbraio, sarà possibile visitare la colonia e partecipare, rigorosamente su prenotazione, alle sessioni di cats watching: la ‘caccia’ fotografica ai gatti in spiaggia.
    Le visite, puntualizza Atzori, sono gratuite, ma sono graditi croccantini, pasta e riso precotti, scatolette e vecchie coperte.

    Fonte: Francesco Pinna, Ansa