Nicolas Sarkozy

IMMIGRAZIONE, FRANCIA: PERMESSI TEMPORANEI NON SONO VALIDI – Il braccio di ferro tra Italia e Francia sulla questione dell’immigrazione prosegue. Il decreto emanato dal governo italiano per concedere permessi di soggiorno temporanei ai migranti che hanno intenzione di lasciare l’Italia per recarsi in un altro Paese dell’Ue provoca particolari frizioni tra le nostre autorità e quelle d’oltralpe. In generale la decisione è stata poco gradita in ambito europeo, ma il governo francese è particolarmente agguerrito su questo punto, anche perché molti dei migranti che in questi mesi hanno raggiunto l’Italia dichiarano che il loro obiettivo è il trasferimento il Francia, magari per raggiungere amici e parenti. Il premier Silvio Berlusconi spera di riuscire almeno a raggiungere un compromesso sulla questione nel corso del verice bilaterale con Nicolas Sarkozy, previsto per il 26 aprile prossimo, ma le premesse non sono buone. La polizia di frontiera francese ha reso noto che agli immigrati non sarà sufficiente disporre dei permessi temporanei rilasciati dal governo italiano per entrare in Francia: i permessi, infatti, verranno ritenuti valiti soltanto se accompagnati da un passaporto. Si tratta di una precisazione che contrasta apertamente le intenzioni del provvedimento italiano, poiché il nostro governo ha deciso di rilasciare questi documenti perché i nordafricani potessero muoversi liberamente nei Paesi Ue senza passaporto, come prevedono gli accordi di Schengen per i cittadini europei.

Tatiana Della Carità